Amati pescetti, posso esimermi dal dire la mia sull’evento mondano della settimana?

Ma CERTO CHE NO.

Insomma dai, come si fa a non restare affascinati dallo sfarzo dei matrimoni dal sangue blu? Come si può non cedere al fascino di una coppia così carina, composta dal più birbante di casa Windsor e dalla sua sposa afroamericana? E poi c’è pur sempre Lei, Her Majesty The Queen, che dall’alto dei suoi 92 anni tiene tutto sotto controllo: dalle isole più sperdute del Commonwealth ai cappellini in perfetto pendant con le scarpe.

Ho studiato il caso nei dettagli (sapete che nel mare le onde del pettegolezzo si diffondono meglio,no?) e ci sono alcuni particolari della storia che potrebbero rivelarsi utili anche per noi, miei adorati Duchi e Duchesse della pearà.

Il fatto che tutto questo sia nato (almeno così dicono i tabloid) da un appuntamento al buio combinato da un’amica dei due che “ci aveva visto lungo”, mi porterebbe a consigliarvi di fidarvi delle vostre amicizie.. GIAMMAI. Cioè Sì, fatevi portare alle occasioni mondane ma scappate a pinne levate dai “Ti presento mio cugggino!”, che di cugini fenomeni ne abbiamo visti ancora pochi.

Se invece gli amici “dalla vista lunga” siete voi, sappiate che orchestrare sentimenti e dirigere il traffico dell’amore non è cosa per tutti e – a meno che voi non siate la Divina Maria De Filippi o il Sommo Piero Angela – è meglio che siate cauti. E qui l’esempio principe, anzi principessa, viene di nuovo da Buckingham Palace: la triste storia di Margaret* ci dice proprio che la Regina avrebbe fatto molto meglio a farsi i cazzi suoi, lasciando la sorella libera di vivere con l’uomo che aveva scelto.

La buona notizia è che stavolta Her Majesty, dopo aver fatto dei gran casini con sua sorella e con Diana, ha finalmente capito che non avrebbe dovuto impicciarsi e che Harry era grande abbastanza da poter seguire il suo cuore.

Che poi è quello che dovremmo fare tutti noi.

(*sorella di Elisabetta, che la Regina ha separato dall’uomo che amava, perché già divorziato e più vecchio di lei, inducendola poi a sposarsi ad un uomo “più adatto” con cui finì malissimo)

Salmona Pastura

You might also like
X