fbpx

Dopo aver intervistato, Sebastiano Ridolfi, a.k.a. FOX, il candidato numero “1”, è tempo di fare due parole anche con Franz Gambale, candidato numero “2”. Barba clamorosa, portamento deciso e candidato competente e determinato almeno quanto il suo rivale.

Ecco cosa ci ha raccontato.

L’attenzione su questa “corsa” elettorale è altissima. Tu e Fox siete sotto i riflettori, sui social e sulla bocca di tutti. State facendo parlare molto di tutto ciò. Come sta andando quindi la campagna elettorale?

La campagna elettorale è un momento bellissimo! Sapevo che sarebbe stato impegnativo anche perché seguo il carnevale da 25 anni andando a fare le riprese in piazza e poi seguendo le singole maschere in giro per l’Europa.

La campagna elettorale per il Papà Del Gnoco la paragono ad una campagna elettorale politica a tutti gli effetti,  perché hai contatti continui con tantissime persone, si rafforzano le amicizie e se ne fanno di nuove con persone sempre positive. Positive perché chi ama il carnevale è una persona gioiosa e solidale soprattutto nel giorno in cui si fa la “piazza” (giorno in cui si vota ndr).

Mi sono informato su quello che deve fare il Papà del Gnoco, ed è veramente un tour de force molto impegnativo! Chi te lo fa fare?

L’anno scorso la nostra maschera cittadina ha fatto 340 uscite!

Io lo faccio per passione e con entusiasmo: mi sta piacendo molto già in questa fase pre-elettorale, il girare per i comitati, farsi conoscere dalla gente… Anche se è un bel impegno! Oltre a tutto questo ho il mio lavoro, una figlia e una ragazza. In pratica non mi fermo mai.

Come sono i rapporti con l’altro candidato?

Volevo partire dicendo che mi dispiace che dalla stampa sia stato etichettato in primo luogo come “attivista LGBT”. Per me lui è Sebastiano che ha desiderio sincero come me di vestire i panni della tradizione veronese e di Papà del Gnoco. La politica è un’altra cosa: anch’io ho i miei ideali e sono disposto a tutto per farli valere, ma il Carnevale non è il luogo giusto per questi dibattiti.  Io ho scelto di fare il carnevale appunto per tenere lontano le idee politiche, peccato che molte persone non riescono ad escluderle dal Carnevale. lo ribadisco, il Carnevale non è politica.

Il Papà del Gnoco è anche un ruolo estremamente sociale. Come ti rapporti con questo aspetto?

Io sono per il sociale, è una “cosa di famiglia”. Mia madre quando insegnava Al “Centro spastici”, a Spiazzi organizzava il grest con dei ragazzi caratteriali… Io, anche se ero piccolo, ho vissuto tanti bei momenti con loro e questa cosa me la porto dentro.

Quest’anno mi hanno pure proposto di fare Babbo Natale (vista la barba) e, in questa occasione, penso di aver portato a casa molta più gioia io che non i bambini…. Perché quando porti il sorriso ad un bambino, un disabile o un anziano, dentro ti porti un tesoro ancora più grande di quello che hai donato… È quasi una questione di “egoismo”, regalare sorrisi dà dipendenza.

Hai una promessa elettorale da farci?

La mia promessa è di far tornare il Carnevale di cui mi sono innamorato: momenti di gioia, felicità e solidarietà, un evento condiviso e partecipato, dal forte carattere sociale, che faccia riavere alla città una tradizione preziosa e antica in grado di essere inclusiva per tutti.

Il video di seguito ci è stato segnalato dallo stesso Franz, da vedere!

Write a response … Close responses

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You might also like
X