Marzo, 2019

Questo è un evento ripetuto

20Mar19:3021:00Corso "Pittori-Scrittori e Scrittori-Pittori"19:30 - 21:00 Lo Scaffale PerturbanteTipologia evento:arte

Dettagli evento

“Pittori-Scrittori e Scrittori-Pittori.
Artisticità multiple nel ‘900 italiano”

6 lezioni tutti i mercoledì dal 13 marzo al 17 aprile 2019 dalle 19.30 alle 21.00 presso la libreria antiquaria Lo scaffale perturbante, via Santa Felicita, 6 Verona
Docente: Dott.ssa Jessica Bianchera

Programma:
– 13 marzo Ardengo Soffici. Due poli di tensione ideologica nelle opere pittoriche e in quelle letterarie: Soffici europeo e Soffici toscano;
– 20 marzo Alberto Savinio. Un “uomo a più dimensioni”: musica, teatro, scrittura e pittura;
– 27 marzo Giorgio de Chirico. L’enigma della pittura e la scrittura metafisica;
– 03 aprile Osvaldo Licini. Errante, erotico, eretico: I racconti di Bruto e le origini dell’iconografia liciliana;
– 10 aprile Carlo Levi. Da Cristo si è fermato a Eboli ai Carrubi di Alassio;
– 17 aprile Dino Buzzati. Il pittore che “per errore” divenne uno scrittore.

Abstract:
Nel corso dei secoli sono molteplici le interferenze che si possono ravvisare tra arte e letteratura. Dall’ekphrasis al ut pictura poesis, dai codici miniati medievali all’illustrazione di opere letterarie moderne e contemporanee, il confine tra pittura e scrittura si è sempre rivelato quanto mai labile. Il rapporto tra arte e letteratura appare particolarmente simbiotico nel corso del Novecento, in un continuo gioco di rimandi e coincidenze di temi, obiettivi, poetiche. A volte capita che pittore e scrittore si avvicinino fino a identificarsi, andando ben oltre l’antica formulazione oraziana, per superare i limiti che un solo mezzo espressivo sembra porre.
Come viene gestita questa sorta di bilinguismo? Si tratta di esperienze separate o di traiettorie che si incrociano, di percorsi che si compenetrano? Quali sono le mozioni profonde, che hanno spinto di volta in volta i protagonisti di queste esperienze creative a guardare dall’altra parte dello specchio?
Il corso propone l’analisi di alcune figure del ‘900 italiano che hanno praticato questo doppio binario creativo: scrittori che dipingono e pittori che scrivono, fino alla perfetta compenetrazione dei due linguaggi.

Costi:
– 60 euro + 10 di tessera associativa per i non soci;
– 60 euro per i soci;
– 50 euro per i corsisti di corsi precedenti (Dagli anni 70 a oggi e Connessioni);
– gratis per studenti universitari e dell’Accademia di Belle Arti di Verona ( e utili al conseguimento di crediti formativi secondo gli accordi specifici).

Modalità di iscrizione:
1. scrivici a info@urbspicta.org segnalando la tua presenza;
2. salda la quota tramite bonifico bancario al conto corrente:
IT 76 F 02008 11705 000104819739
Unicredit Banca
intestato ad Associazione Culturale Urbs Picta
Causale “Corso Pittori scrittori – Nome Cognome”
Oppure invia un pagamento tramite PAYPAL a info@urbspicta.org

POSTI LIMITATI, MAX 20 partecipanti!!!

Jessica Bianchera
Critico d’arte e curatore indipendente, si laurea in storia dell’arte contemporanea nel 2013 presso l’Università degli Studi di Verona e nel 2018 consegue il titolo della Scuola di Specializzazione in Beni Storico Artistici presso l’Alma Mater Studiorum di Bologna. Da settembre 2013 a giugno 2015 ha lavorato in Spagna a un progetto in collaborazione con la Camera di Commercio di Santander; da ottobre 2015 è cultore della materia per la cattedra di storia dell’arte contemporanea dell’Università di Verona. Scrive per Exibart e altre riviste d’arte contemporanea come “Op.Cit. Selezione della critica d’arte contemporanea” ed “Espoarte”; da ottobre 2016 collabora con ArtVerona nell’ambito del programma di visite guidate. Nel novembre 2016 fonda l’Associazione Culturale Urbs Picta, attiva nella promozione e organizzazione di eventi culturali al fine di favorire la conoscenza e la fruizione consapevole dell’arte contemporanea. Dal 2018 dirige e cura il programma espositivo di Spazio Cordis. Collabora con musei, gallerie, enti e manifestazioni per progetti di ricerca e di curatela.

Lo scaffale perturbante
via Santa Felicita, 6

Fondato è diretto da Luca Andriollo, Lo scaffale perturbante è libreria antiquaria specializzata in arte e fotografia; letteratura e rari; curiosi e fuori catalogo. Si trova nel cuore del centro storico di Verona (zona Basilica si Sant’Anastasia/Liceo Scipione Maffei) e aprirà le proprie porte in esclusiva per noi per
ospitare il corso “Pittori-scrittori e Scrittori-pittori. Artisticità multiple nel ‘900 italiano”: da Ardengo Soffici ad Alberto Savinio, da Giorgio de Chirico a Osvaldo Licini, da Carlo Levi a Dino Buzzati.

Esiste un posto migliore dove parlare di arte e letteratura?!

Orario

(Mercoledì) 19:30 - 21:00

Luogo

Lo Scaffale Perturbante

Via Santa Felicita, 6, 37121 Verona VR

X