Settembre, 2019

Questo è un evento ripetuto

14Set18:3020:00TAVALINA - Mostra personale di Rinat Kishony18:30 - 20:00 Galleria Giustizia Vecchia

Dettagli evento

Sabato 14 luglio 2019, alle ore 18.30, presso la Galleria Giustizia Vecchia in P.zza San Zeno a Verona, sarà inaugurata la mostra personale di Rinat Kishony in arte Tavalina.

Proseguono gli eventi culturali all’interno della suggestiva cornice della Chiesa trecentesca di S.Maria della Giustizia Vecchia che offre spazi incantevoli, idonei ad accogliere situazioni artistiche.

TAVALINA
Rinat Kishony, nasce ad Haifa, Israele nel 1966.
Frequenta l’istituto isreaeliano di tecnologia (il Technion) dove nel 1992 ottiene la laurea in architettura, trasferendosi in seguito a Tel Aviv dove lavora per diversi anni. In questo periodo vince un concorso per il re-design del museo multimediale dedicato al primo ministro israeliano Ben Gurion .
Dopo una crisi personale all’età di 30 anni, inizia a dipingere.
“Ho sentito un intenso e schiacciante bisogno di colori. Sono andata nella mia stanza e ho trovato una vecchia scatola di colori ad olio e ho iniziato a disegnare come se fossi stata in trance, i dipinti scorrevano fuori da me e da quel giorno non mi sono più fermata.”
Rinat abbandona l’architettura e si dedica alla sua arte. Nello stesso momento, inizia un entusiasmante viaggio di scoperta personale. Lascia Israele e inizia a viaggiare attorno al mondo, dall’India al Costarica e Guatemala fino all’ Italia, dove si stabilisce con il marito e le figlie. In Italia dipinge intensamente e presenta il suo lavoro in diverse gallerie. Dopo 10 anni all’estero, Rinat ritorna in Israele con la sua famiglia, dove continua a dipingere e presentare il suo lavoro, e ad insegnare “intuitive painting”, dipinto intuitivo.
Rinat descrive il dipingere come l’essenza della sua vita, nonchè come un viaggio senza fine di ricerca e scoperta.

RIGUARDO LA MIA ARTE:
La tela bianca, per me, è la rappresentazione della libertà; contiene un infinito numero di possibilità. Ecco perchè, all’inizio del processo creativo, devo affrontare un argomento, una domanda, regole del gioco ben definite, e così limitare i confini della mia opera.
Un dialogo sorge così tra le mie sensazioni interne e tra quello che si materializza sulla tela, come una melodia continua.
Niente può superare il momento quando la creatività si impadronisce di me conducendomi in un viaggio dove l’infinito inizia, il tempo si ferma e il creare non può essere bloccato.
Le tele sono molto colorate; amo il potere del colore. Il mio processo creativo si alterna tra differenti contrasti: lavoro spontaneo contro lavoro preciso, colori caldi contro colori freddi, veloce contro lento, opaco contro trasparente e processo costruttivo contro un processo distruttivo. Gradualmente cerco un nuovo equilibrio, un nuovo ordine.
I quadri sono costituiti da diversi strati, in un costante movimento di esplorazione come se fossi “sul bordo di una scogliera”. Cerco di trovare in me il permesso di perdermi, di incontrare lo sconosciuto, di distruggere…in modo da far apparire la scoperta e la sorpresa, e il lavoro finale è così vivace e pieno di energia.

GALLERIA GIUSTIZIA VECCHIA – Nella Chiesa trecentesca di S.Maria della Giustizia Vecchia in Piazza San Zeno a Verona è attiva la Galleria Giustizia Vecchia, uno spazio espositivo che si avvale della collaborazione dell’Associazione Culturale Incorniciarte, dove artisti presentano le loro opere e ricerche. La Galleria è gestita grazie agli inserimenti lavorativi delle persone svantaggiate e con disabilità seguite dalla Cooperativa Sociale D-Gusto ONLUS, emanazione di A.I.A.S. ONLUS (Associazione Italiana Assistenza Spastici) della Provincia di Verona. La Chiesa, di proprietà di ATER Verona, presenta affreschi seicenteschi, rivenuti nel 2010. La presenza della Galleria, garantisce l’apertura della Chiesa stessa e la rende fruibile ai visitatori.

Orario

(Sabato) 18:30 - 20:00

Luogo

Galleria Giustizia Vecchia

Via Angolo san Procolo, piazza san zeno, verona

X