fbpx

Ci vorrebbero più di 25 ore di lettura filata per vivere il capolavoro di Melville, Moby Dick, d’un fiato. 

Un’opera dalla potenza sconvolgente, profonda, riflessiva e rivoluzionaria. 

Nel bicentenario dalla nascita di Melville (1819-2019), molte sono le iniziative di diverso genere che per questa ricorrenza hanno visto la luce: molte superflue e inutili mentre altre (poche) di reale valore. 

Una di queste ultime è stato lo spettacolo “Moby Dick” che siamo stati a vedere sabato al Teatro Romano, all’interno della rassegna “Estate Teatrale Veronese”.

Tralasciamo l’aspetto artistico legato alla recitazione/regia/allestimenti/sonoro, per la qualità di questi aspetti si sono fatti garanti i nomi coinvolti, dalla preziosa location fino al cast, dal quale spicca Franco Branciaroli

Un Branciaroli superlativo nei panni del Capitano Achab, che sposta gli equilibri del romanzo proprio sul conflitto Achab/Moby Dick e su quello Achab/Achab e che riesce con eleganza a estrapolare uno spettacolo di due ore, completo e senza far rimpiangere nulla di quello che tralascia dalle pagine del capolavoro di Melville. 

In una frase un’impresa mastodontica

Un lavoro chirurgico in cui, con grande sangue freddo Branciaroli attraverso delle scelte coraggiose (e non scontate) ci dà la sua visione del grande romanzo Moby Dick.

Una visione sicuramente parziale, ma altamente funzionale e profonda, uno spettacolo a tutto tondo in grado di incuriosire un novizio del mondo letterario del grande “cetaceo bianco” e di lasciare a bocca aperta il più esigente conoscitore del mondo Melvilliano. 

Aggiungete a questo il brivido durato due ore iniziato con il leggendario “Chiamatemi Ismaele” e concluso con dei veri fulmini di un temporale che creatosi sul Teatro Romano ci ha portato in mezzo all’oceano senza però bagnarci e lasciando il tempo allo spettacolo di concludere tra i meritati applausi.

Se non è magia questa. 

MOBY DICK

TEATRO DEGLI INCAMMINATI
regia di Luca Lazzareschi

Siamo stati allo spettacolo di sabato 6 luglio
Dove: Teatro Romano

All’interno della rassegna: Estate Teatrale Veronese.

Per conoscere i prossimi spettacoli da questa rassegna: http://www.estateteatraleveronese.it

– –

Photo Credits: Estate Teatrale Veronese

Write a response … Close responses

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You might also like
X