Diario di bordo – Ep. 2 “Le cose”

 

 

Avete mai pensato a quante cose ci sono in un posto?
Forse soltanto pochi di voi, perché ste cazzate le notano solo gli over-thinkers come me. 

A volte mi capita di notare quante cose contenga un posto e come spesso ci siano realtà parallele, non più o meno belle, non più o meno accoglienti, semplicemente ci sono, e sono così diverse eppure così simili. 

In un posto non ci sono solo abitazioni, persone, strade e negozi, ma anche idee, storie, rapporti, amori. È meraviglioso.

 

 

 

Quanti fili rossi invisibili legano posti e persone? A volte non li riconosciamo neanche dentro noi stessi, figuriamoci in luoghi che non abbiamo mai visto e in persone che non abbiamo mai conosciuto. E che magari non vedremo e non conosceremo mai (mette anche un po’ di paura questo pensiero qua).

Per esempio: mi sono messa a pensare quanto siano diversi i dintorni della mia attuale casa e quelli della mia casa natale. “Ma questa è geografia”. No, non pensatela così. 

Vedetela come uno scenario dove siete stati piazzati e dove ci avete disegnato le vostre storie: da una parte ci sono le colline, le montagne, i boschi; dall’altra invece ci sono le scogliere, il mare, la sabbia. 

Differenze esagerate, eppure ognuno di noi appartiene ad uno scenario diverso e ognuno ci costruisce su qualcosa.

Ci sono le storie di mare e ci sono le storie di montagna e questo fatto qui mi affascina tremendamente. 

Pensateci: c’è chi di voi, con le famiglie o con gli amici ha vissuto i trekking, i campeggi, i rifugi, le nevicate. Cose che io non ho mai visto. Al contrario, se non siete mai stati in Salento, c’è chi ha vissuto le nuotate, i falò sulla spiaggia, il bagno i primi di maggio, il beach volley. 

 

 

Storie di amicizie, tradizioni, di famiglie coltivate così, appartenendo a luoghi, conoscendoli come le proprie tasche. 

Voi avete un luogo al quale siete legati? Io sì. È il molo di San Cataldo, in provincia di Lecce. Un quarto d’ora di macchina da casa mia, perché da noi raggiungi il mare in pochissimo tempo. 

In realtà i Leccesi quando pensano a questo posto storcono il naso perché non è uno dei più belli. Devo ammettere che ha anche quel fastidioso odore pungente di alghe perché la corrente le deposita tutte lì, però quando inizio a sentirlo da qualche metro, capisco che sono quasi arrivata. O se sono lontana mi fa capire che vento c’è perché lo porta nella mia direzione. 

Ci vado quando devo svuotare la testa. Lì c’è sempre una barchetta parcheggiata ed io mi ci metto sempre di fronte perché il vederla galleggiare e seguire l’increspatura dell’acqua mi da un senso di tranquillità infinito. In questo posto di mare ci ho passato l’infanzia, forse è per questo che ci sono affezionata, nonostante non sia una delle spiagge più belle. Di fronte c’è anche casa dei nonni. Adesso c’è solo nonna, ma ricordo che nonno mi portava su questo molo dove ci sono gli scogli a prendere i paguri. Ogni anno compravamo un retino nuovo e qualsiasi ora del giorno fosse, se chiedevo di accompagnarmi, mi diceva sì e mi ci portava, perché “li piccinni (i bambini) si divertono così”.

È proprio questo quello che intendo: forse nel frattempo, dall’altra parte d’Italia, c’era qualche ragazzino che viveva la mia stessa cosa, ma invece del molo era seduto su di un masso. Invece del mare,  davanti aveva una distesa di prato verde in altura. 

Però condividevamo e confideremo lo stesso ricordo. 

È possibile tutto questo che vi sto dicendo sia davvero banale ma, soffermandosi un attimo, tutto questo fa notare che non c’è mai troppa differenza o troppa distanza e che vedere le cose sotto più punti di vista non è mai sbagliato. 

Qui l’occorrente per iniziare a pensare sottosopra: avventure, esperienze, curiosità e, a mio avviso, sempre un paio di occhiali da sole. Perché siamo cool.

Ci vediamo al prossimo episodio *di pippe mentali ed esistenziali*.

Aurora 

Write a response … Close responses

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You might also like

Salmon Magazine

X