La Coopera 1945, lo dice il nome, è nata 75 anni fa ad Arbizzano per offrire ai soci della cooperativa un luogo di ritrovo dove poter insieme trascorrere il tempo libero, dopo le infinite giornate di lavoro nei campi o nelle cave di marmo della Valpo. Una forte idea di comunità preservata fino ad oggi e che nel 2019, grazie alla collaborazione con un’altra importantissima esperienza cooperativistica veronese, l’Azalea, ha deciso di iniziare un nuovo corso.

Dai valori che hanno ispirato i fondatori ad una modernità che la renda oggi di nuovo utile e attraente agli occhi della comunità locale e sostenibile anche da un punto di vista economico. Da qui è iniziata la collaborazione con Salmon Magazine. Prima un percorso condiviso di pianificazione strategica da cui ricavare le linee guida operative insieme a Master Stefano Bezzetto.

Ne è poi nata la nuova veste grafica, sempre con il supporto di Ale Bomber Bombieri e di Lino’s, basato sull’utilizzo del Fregio Meccano: quel strano insieme di moduli geometrici che opportunamente accostati possono dare vita a qualsiasi alfabeto o disegno grafico. Piccoli pezzi che insieme valgono molto di più che singolarmente: la quintessenza dell’idea di una cooperativa.

La scelta del colore non è stata difficile: la Coopera è anche e soprattutto un luogo fisico e una scritta rossa mattone che è già icona e che dev’essere trasferito anche sul digitale, dal sito web (sviluppato Mr. Mattia Conti) ai social network.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Write a response … Close responses

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You might also like
X